E’ possibile tenere a mente tutto ciò che riguarda la nostra vita passata, presente e… futura?

E’ possibile archiviare tutte le nostre attività e tutto ciò che ne concerne? Di primo acchito si direbbe di no.

Altrimenti a cosa servirebbero le migliaia di foto che abbiamo scattato e le enormi quantità di documenti che conserviamo, se non a tenere traccia di chi siamo e di che cosa facciamo?

Oggi, poi, nell’era del digitale tutto è più facile…

O più difficile?

E’ più facile perché possiamo digitalizzare tutto e salvare e rendere rintracciabili le tessere del nostro personale mosaico senza occupare spazio, pur essendo ovunque e in nessun luogo. E’ più difficile perché ormai chiunque dispone di grandissime quantità di contenuti da sfogliare: dai file musicali, alle foto, dai documenti di lavoro o di scuola a file di qualsiasi altro tipo.

Come venirne fuori?

Ci ha pensato e-Memory, una piattaforma che aiuta a salvare, selezionare e proteggere i dati digitali in un archivio protetto.

Io mi ci sono imbattuta nel momento in cui più di un cliente mi ha chiesto di aiutarlo a mettere in ordine …la sua vita, fatta di foto, articoli, ritagli di giornali, diari, biglietti aerei, atti di compravendita e, anche, del testamento. Dove far confluire tutta questa mole di informazioni personalissime, alcune delle quali condivisibili con il mondo, altre solo con qualcuno, altre ancora assolutamente con nessuno?

Ho trovato e-Memory, una piattaforma online che offre l’opportunità di salvaguardare i propri file in maniera sicura e di gestire semplicemente ed autonomamente l’eredità del patrimonio digitale. Attraverso procedure di archiviazione guidata e facilitata l’utente infatti carica ed etichetta i propri documenti digitali (testi, immagini, video, audio ed altro) nelle “memoteche” del proprio spazio personale e ne stabilisce l’eredità attraverso un sistema di lucchetti cliccabili, dove il lucchetto rosso indica la totale distruzione post morte dei file, il lucchetto giallo permette di scegliere una lista di persone a cui lasciare (a partire da una certa data) in eredità i file, mentre il lucchetto verde rende disponibili i documenti a tutta la comunità (da una certa data e, volendo, per un certo periodo di tempo).

Non una semplice “nuvola”, quindi,  dove appoggiare le proprie cose, ma una vera e propria casa, nella quale può entrare solo chi e quando vuole il cliente.

Io l’ho trovata una soluzione geniale e, siccome è anche molto facile da usare e gestire, la consiglio a tutti i miei clienti. Per questo io ed eMemory abbiamo deciso di collaborare con il servizio salva,  proteggi e valorizza, in cui io aiuto a fare ordine nei documenti cartacei e digitali, inserendoli nel profilo eMemory dove si potranno ritrovare ogni volta che ne se ne avrà bisogno o voglia, dove si potranno condividere con la famiglia, con gli amici o con chi si vorrà e dove la privacy è garantita al 100% .

Se vuoi saperne di più su eMemory, clicca qui.

Se vuoi saperne di più sul servizio Salva, proteggi e valorizza, clicca qui.

  0 COMMENTS
Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi